Cosa fare se non si è avuto l’esonero dal canone Rai richiesto per tempo

Salvo il caso di richiesta di esonero, da presentare entro lo scorso 31 gennaio ma che l’Agenzia delle Entrate aveva suggerito di inviare entro il 20 dicembre 2016, la bolletta elettrica include nella somma da versare anche il costo del canone Rai in modo da permettere alla stessa Agenzia e ai fornitori dell’energia elettrica di registrare le richieste di esenzione e di avere sufficiente tempo per aggiornare le prime bollette dell’anno. Ma cosa fare se si è chiesto l’esonero dal canone Rai e invece si è ricevuta una bolletta elettrica in cui tale esonero non è stato riconosciuto?

Se non si è avuto l’esonero dal canone Rai si può pagare solo la bolletta elettrica, cioè la parte relativa alla quota energia. Se si opta per questa soluzione, occorre indicare la causale e di specificare a quale bolletta si riferisce il pagamento. Una volta effettuato il pagamento si deve inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno all’Agenzia delle Entrate contenente una copia della richiesta di esonero inviata (il modulo e le ricevute della raccomandata A/R) e una dichiarazione in cui si fa notare l’errore e si richiede l’adeguamento delle bollette successive.