Ma se le pizze sono rotonde, perchè il cartone della pizza è quadrato?

Non sono molte le parole conosciute in tutto il mondo che non hanno bisogno di alcuna traduzione. Una in particolare tra queste è sinonimo dell’italianità per eccellenza: pizza. Quante storie italiane attorno a questo termine. Pensiamo soltanto ai tanti nostri immigrati. A quando nei primi del ‘900 dai marciapiedi di New York, S. Francisco o Chicago, urlavano “a pizza…a pizzaaaa!” Quanto tempo e quanta pizza da allora… oggi ogni americano mangia più di tredici kg di pizza l’anno!

Secondo l’Istituto europeo della pizza, un italiano ne consuma 7,6 chilogrammi l’anno per un totale di 3 miliardi di pizze consumate nel Belpaese in 365 giorni. Siamo secondi nella specifica classifica mondiale: dopo dì noi i canadesi 7,5, i francesi 5kg, gli spagnoli 4,3 kg, i britannici 4 kg e a seguire tutti gli altri.

Cifre da Guinness World Records.  Le sole Italia, Germania, Francia e Spagna assorbono il 78% del mercato per un giro mondiale di affari che ammonta a ben 62 mld di euro. Settantaduemila sono i ristoranti e pizzerie tricolori all’estero: San Paolo (Brasile) è la città che nel mondo può vantare il più alto numero di pizzerie, oltre 6mila!

Nel nostro Paese sono 42000 le pizzerie (di cui 20000 da asporto), con circa 100.000 addetti di cui l’85% italiani. Un fatturato che vale 10mld l’anno con un consumo giornaliero di circa 2 mln di pezzi. Senza contare il peso del comparto sul totale surgelati l’11 %: 80 milioni di pizze all’anno per un fatturato di oltre 3 mld di euro. A livello europeo la produzione complessiva è di 3 mld di pizze, di cui oltre il 30% destinate alla Germania il restante rimangono proprietà del nostro paese. Quale altro alimento può vantare un “palmares” simile?

Impossibile definire con precisione quanti tipi di pizza entrano nei forni delle pizzerie italiane e quante tipologie di farina per la pasta vengono utilizzate. Un ulteriore impulso alla vendite di pizza è giunto dal settore delle consegne a domicilio, che avvalendosi di un vero e proprio esercito di “pony express” presidia le nostre case proponendoci pizze antipasti e fritti di ogni genere e natura.