Dal primo giugno scatta la tassa Airbnb

Roma, così l’Irpef doppia la cedolare

Un contribuente romano con canoni per 10 mila euro e 50 mila euro di altri redditi pagherebbe 2.100 euro con la cedolare secca per gli affitti. Quasi il doppio, invece, vale a dire 4.122 euro, se sceglie la strada dell’Irpef