In coma per 12 anni. Quando si sveglia racconta cose che fanno raggelare il sangue

Per dodici lunghi anni Martin Pistorius è rimasto imprigionato nel suo corpo. Tutti quelli che gli stavano attorno pensavano che fosse completamente privo di sensi e che non potesse né vedere né sentire. Tuttavia, Martin è finalmente riuscito a raccontare quello che veramente stava succedendo. E quando ti immagini di essere al suo posto ti senti davvero a disagio…

Martin vedeva, sentiva e capiva tutto ma non poteva comunicarlo in nessun modo. Non poteva parlare o muoversi. Ora quando vedi Martin fai fatica a credere che sia sopravvissuto ad una cosa del genere.4

Aveva solo dodici anni ed era in perfetta salute.

Martin era cresciuto nel Sudafrica. Un giorno, al rientro da scuola, lamentò di non sentirsi affatto bene.

Martin si sentiva sempre peggio. Aveva perso l’abilità di camminare, i suoi muscoli diventavano sempre più deboli e non riusciva a muoversi. I dottori giunsero alla conclusione che questa fosse una nuova malattia degenerativa. Dissero ai genitori che aveva perso completamente il contatto con il mondo e che non capiva nulla di quello che gli succedeva intorno.

7Ma si sbagliavano. Martin ha affermato di essere stato sempre cosciente durante quei dodici anni ma nessuno lo poteva sapere.

Oggi può comunicare con l’aiuto di un computer che riproduce tutto quello che scrive.