Australia. Una mamma chiude i figli in auto e li fa annegare in lago

In totale Akon ha 7 figli e gli avvocati hanno chiesto al giudice di tenere conto di questo oltre che del suo stato mentale, nonostante lei stessa si fosse ritenuta colpevole di omicidio e di tentato tale. Durante la nascita dell’ultimogenito la donna aveva perso molto sangue e questo evento l’aveva provata anche psicologicamente oltre che nel corpo. Inoltre la comunità sudanese che vive a Melbourne l’aveva ostracizzata a causa della relazione non approvata con un uomo, padre degli ultimi suoi 4 figli.

Per questo motivo era rimasta isolata. Uno psicologo ha confermato i gravi disturbi depressivi ed un forte stress post-traumatico che hanno investito la donna già sin da quando viveva in Sudan, dove fu ucciso il suo primo marito. Ma per il giudice quanto fatto a quei poveri bambini è stato imperdonabile ed ingiustificabile.

direttanews