Assegno di divorzio: così sono cambiate le decisioni dei giudici

Tuttavia occorre anche riconoscere — aggiunge l’avvocato milanese Eliana Onofrio — che l’Italia non è ancora la Svezia: una cinquantenne che vuole rientrare nel mercato del lavoro da cui magari era uscita appena sposata, in accordo col marito, non ha più le stesse opportunità. Le sentenze applicano leggi — conclude — ma sono le leggi che devono risolvere i problemi. E forse una si potrebbe fare velocemente: agevolazioni per chi dà lavoro a donne in quella situazione, come per chi lo dà ai giovani. Perché no?».

 

corriere.it