Blitz al campo nomadi: trovate centinaia di auto rubate “Così si arricchivano”

ROMA – Centotredici veicoli rubati, cannibalizzati delle parti di pregio, rivendute come pezzi di ricambio nel mercato parallelo e date alle fiamme. È quello che hanno scoperto gli uomini del gruppo Spe della Polizia Locale di Roma Capitale. I caschi bianchi, coordinati dal Vice Comandante del Corpo Lorenzo Botta, sono intervenuti in forze già ieri riuscendo a rimuovere 76 autovetture dalla riserva protetta di Decima Malafede nei pressi del campo nomadi di Castel Romano.

In contemporanea, con l’ausilio dell’Arpa Lazio, la polizia locale ha provveduto al campionamento delle acque delle falde e dei terreni circostanti. Il sospetto è che le attività connesse allo smaltimento illecito dei rifiuti e dei quotidiani roghi ad essa connessi, possano avere irreversibilmente inquinato l’ambiente.