Franco Gabrielli: “Io servo lo Stato non il governo. Sul segreto delle indagini il Csm mi ha offeso”


Perché ora fa riferimento alla notte di sangue di Torino?

«Perché la questione è sempre la stessa. E gli inglesi la riassumono in una parola. Accountability. Responsabilità. Due giorni fa ho detto: i feriti di Torino hanno diritto di sapere cosa è successo. Bene. Chiedo: è eversivo che il capo della Polizia venga informato in via gerarchica dal questore di Torino dello stato di avanzamento della ricerca della verità? E’ eversivo che il capo della Polizia invii una circolare in cui chiede a prefetti e questori che, di qui in avanti, le ragioni

della safety debbano prevalere su quelle in senso stretto dell’ordine pubblico? E che queste responsabilità vengano condivise con i sindaci? Cosa c’è di antidemocratico in chi si assume delle responsabilità? Ma forse è proprio questo che fa paura”.

repubblica