Bollo auto, chi ha un’auto euro 3 (o meno) pagherà di più: il maxi-rincaro

Ma è stato lo stesso ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, a chiarire come la nuova natura del bollo come tassa legata a quanto ogni vettura inquina, sia stata impostata in modo irrevocabile: “Nell’ambito della strategia energetica nazionale il bollo auto sarà rimodulato in rapporto a un rinnovamento del parco vetture che, al momento, vede una quota alta, al 44 per cento, di veicoli inquinanti euro 3”.

Nelle dichiarazioni riportate dal quotidiano Il Tempo, Calenda aggiunge pure che “quella della rottamazione (cioè quella degli incentivi pagati dallo Stato per comprare auto nuove e meno inquinanti, ndr) è un’opzione costosissima” difficilmente replicabile in futuro. Quindi, non resta che pagare o cambiare auto.

LiberoQuotidiano