La moglie era in pericolo, gioielliere uccide un rapinatore “ci siamo difesi, abbiamo reagito”

GIOIELLIERE UCCIDE RAPINATORE: “HANNO SPARATO A MIA MOGLIE”

«Ci siamo difesi, perché loro hanno sparato per primi verso mia moglie e io ho reagito. I bossoli sono a terra». Sono le poche parole dette a testimoni e inquirenti da Daniele Ferretti, il gioielliere pisano che ieri ha reagito a un tentativo di rapina uccidendo uno dei due banditi, mentre l’altro, quello armato, è riuscito a fuggire.

Da ieri sera il commerciante è chiuso nella sua casa di Ghezzano, piccolo centro alle porte di Pisa, dove vive insieme alla moglie e protetto dal fratello che oppone a tutti coloro che tentano di incontrarlo un cortese quanto fermo rifiuto. In città, intanto, e soprattutto nel quartiere in moltissimi già da ieri sera hanno espresso solidarietà nei confronti di Ferretti postando centinaia di messaggi sui social network o semplicemente transitando davanti al negozio che dalla scorsa notte è stato posto sotto sequestro.