Fiumicino, il mare si tinge di rosso: colpa delle alte temperature

Sono salite più del previsto le temperature in questo inizio estate su tutto il litorale a nord di Roma. A risentirne non sono solo i cittadini ma anche l’ambiente circostante. Un esempio lo si può avere nelle acque del mare nei pressi di Fiumicino, che improvvisamente si sono colorate di rosso. Un’anomalia non passata inosservata ai frequentatori delle spiagge della zona che hanno prontamente allertato gli enti preposti (Capitaneria di Porto e Arpa Lazio) per le verifiche del caso, pensando potesse trattarsi della conseguenza di un forte inquinamento.

Tutto ‘regolare’ o quasi però. Il motivo del colore assunto dall’acqua del mare nella zona di Fiumicino, ma anche di Focene e Fregene, risiede tutto proprio nelle alte temperature estive che stanno interessando il litorale e che ha favorito la nascita e lo svilupparsi di una particolare alga rossa. Il caldo ha infatti diminuito l’ossigeno presente in acqua favorendo la nascita di questo particolare tipo di alga. Gli operatori di Arpa Lazio hanno comunque effettuato il campionamento dell’acqua e il risultato delle analisi non dovrebbe far altro che confermare quanto già anticipato proprio da Arpa Lazio stessa.
terzobinario