Bancomat, la truffa diabolica: carte ‘taroccate’ al posto delle originali

Bancomat, la truffa diabolica: carte ‘taroccate’ al posto delle originali

Numerosi i casi segnalati a Pescara dove un 45enne è finito in manette e il suo complice è ricercato. Ecco come agivano i truffatori

PESCARA – Avevano ideato un sistema articolarmente complesso ma molto efficace per sottrarre carte di credito a clienti che eseguivano prelievi. Un trucco che ha permesso loro di svuotare decine di carte e conti correnti. Grazie alle indagini della Polizia Postale, però un napoletano di 45 anni è stato arrestato ed il suo complice è attualmente ricercato.

Da giorni erano stati denunciati numerosi casi di operazioni illecite su carte di credito o di furto delle carte stesse. Il modus operandi era il seguente: quando il cliente usciva dal gabbiotto per il prelievo, dove è necessario inserire la carta per entrare e premere un pulsante per uscire, si trovava davanti un altro lettore magnetico dove inserire la carta.