Il tempo per indossare la divisa va retribuito, riconosciuti gli arretrati

vengono “dirottati” in altre parti della città (come accade tipicamente in occasione di eventi critici come partite di calcio e fiere) senza che l’amministrazione garantisca loro un servizio di trasporto dall’ufficio al luogo di lavoro effettivo per quel giorno.

Resta però il problema che la mancata rilevazione delle presenze, oltre ad aver determinato una spesa per apparecchi che non vengono utilizzati, si presta ad abusi da parte di alcuni dipendenti, che possono autocertificare anche molte ore di lavoro in più di quelle effettivamente svolte, andando oltre la compensazione informale riconosciuta dal Comune per il servizio di trasporto che non viene loro offerto.

sole24ore