L’altalena per disabili divide i genitori: «È un’arma anti-bimbo». La replica: non devono usarla tutti

A destare preoccupazione c’è anche il fatto che l’altalena è stata piazzata in una zona poco “controllabile”, a vista, dai genitori dei bambini. «Forse sarebbe meglio spostarla nei pressi del bar del parco urbano – suggeriscono alcuni – lì risulterebbe più facile il controllo visivo, per tutti».

Critiche partono anche all’indirizzo di chi, tra gli adulti, non riprende i bambini che approfittano della situazione. «Molte volte mi è capitato di vedere – racconta una giovane mamma – di genitori che se ne infischiano se i propri figli salgono sul gioco “proibito”: guai a dir loro mezza parola». «Quell’attrezzo pesa oltre 200 kg, ha spigoli vivi e pericolosi – si lamenta un papà – di sicuro qualche bimbo si farà male, sempre che prima non si rompa…».

Il Secolo XIX