‘Tre di denari’ licenziati a lavoro dopo la partecipazione a ‘Reazione a catena”

Gli ex campioni del quiz show di Rai Uno hanno ricevuto una lettera di licenziamento da parte del loro capo: “Con i soldi che abbiamo vinto stiamo pensando di aprire un pub, e chiamarlo proprio Tre di denari” hanno raccontato al settimanale ‘Oggi’

Dopo il clamoroso successo dovuto alla partecipazione al quiz show di Rai Uno ‘Reazione a catena’ i ‘Tre di Denari’ devono affrontare una questione lavorativa piuttosto incresciosa.

Francesco Nonnis, Marco Burato e Michael Di Liberto hanno annunciato di aver perso il posto di lavoro, come anticipato dal settimanale Oggi, in edicola da giovedì 22 giugno.

“Il capo dell’azienda nella quale lavoriamo ha deciso di licenziarci e la lettera è appena arrivata. L’anno scorso ci aveva dato il permesso di partecipare al programma, forse pensando che sarebbe stata un’assenza di pochi giorni. Poi però noi abbiamo vinto parecchio e quindi l’assenza si è prolungata. Così quando siamo tornati ci ha detto chiaro e tondo: ‘Non chiedetemi mai più niente di simile'” hanno raccontato i ragazzi che dopo aver partecipato già l’anno scorso al programma condotto da Amadeus – intervenuto su Instagram sulla loro eliminazione – hanno vinto un ricorso intentato per essere stati ingiustamente eliminati e sono tornati in tv.