Chiusi due centri massaggi cinesi a Milano: “prestazioni a luci rosse”

Le due donne, di trentotto e trentasei anni, regolari, hanno ammesso tutto e raccontato agli agenti che da tempo vivevano all’interno del centro. Poi hanno anche spiegato di essere incaricate di consegnare il denaro ad un amico della titolare della licenza commerciale ogni due settimane. La titolare della licenza, una persona cinese irreperibile, è stata indagata per favoreggiamento della prostituzione.

Martedì, dopo alcuni giorni di appostamento, i poliziotti hanno chiuso il “Centro Massaggi Japanese” in via Nazario Sauro. Le prestazioni di natura sessuale svolte in questo locale venivano anche pubblicizzate in alcuni siti specializzati: