Chiusi due centri massaggi cinesi a Milano: “prestazioni a luci rosse”

i vari clienti commentavano i servizi offerti dalle donne, una quarantenne e una trentatrenne, entrambe regolari e con uno stipendio fisso di mille euro al mese. Qui le prestazioni sessuali erano complete e il tariffario andava da cinquanta a duecento euro. Anche in questo caso è indagata una persona – irreperibile – per favoreggiamento della prostituzione.

milanotoday