La tragica morte di un bimbo di 4 anni ha “salvato” la vita a un altro bambino

E’ stato ripreso da un amico di famiglia e poi è stato bene. La notte dopo ha avuto degli episodi di vomito e diarrea ma i genitori hanno pensato fosse un virus, ed è durato per alcuni giorni. Dopo una settimana, prima di addormentarsi, Frankie ha iniziato a lamentare un dolore alla spalla.

Il suo papà, che aveva letto della storia del piccolo Frankie, ha subito riconosciuto alcuni dei sintomi di questa Sindrome:

respiri brevi
febbre
tosse
Così il padre di Gio è corso al pronto soccorso dove i medici gli hanno detto che il figlio stava annegando, anche se aveva lasciato la piscina diverse ore prima.

L’annegamento asciutto o secco, conosciuto anche come “Secondo annegamento” si verifica quando qualcuno inala acqua nei polmoni ma non ne subisce le conseguenze finché non lascia l’acqua dove ha nuotato fino a quel momento.