Russia, camion contro pullman: 14 morti, tra cui due bimbi. Autista accecato dai fari

Uno scontro terribile tra un autobus che trasportava una trentina di persone e un camion che viaggiava nel senso di marcia opposto ha causato 14 morti, tra cui due bambini, e una decina di feriti. È accaduto a Zainsk, cittadina russa nell’area della Repubblica del Tatarstan, membro della federazione.

Dopo l’impatto, sulle cui cause si sta ancora indagando, entrambi i mezzi hanno preso fuoco: il bus si è rovesciato su un fianco e i passeggeri hanno provato a mettersi in salvo sfondando il vetro laterale e abbandonando la vettura. Immediato il soccorso di vigili del fuoco e ambulanze, giunti sul posto grazie alla segnalazione di un automobilista scampato per pochissimo all’impatto con i due mezzi.

Quattro passeggeri sono ricoverati in condizioni gravissime, mentre per altri 8 si è reso necessario comunque il ricovero in ospedale.

Una prima ipotesi è quella del colpo di sonno del conducente del camion (l’incidente è avvenuto intorno alla mezzanotte, ora locale), anche se non si esclude che l’uomo possa aver perso il controllo a causa dell’alta velocità anche se, dall’ultima ipotesi degli investigatori, sembra che il conducente dell’autobus sia stato accecato dai fari dell’altro veicolo. La strada su cui viaggiavano non era particolarmente trafficata e, stando a quanto comunicano le autorità locali, il manto stradale risulta essere in buone condizioni.

fanpage