“Xennial”, la generazione nata tra il 1977 e il 1983 è la migliore

Sostanzialmente il simbolo vivente della capacità di adattamento dell’uomo: gli ultimi a ricordare che, quando la cassetta si inceppava nel mangianastri, il problema si poteva risolvere con una semplice matita e i primi ad acquistare entusiasti un iPhone apprezzando pienamente il fatto che per collegarsi a Internet non si dovesse più tenere libera la linea telefonica.

Gli Xennial non hanno il pessimismo della Generazione X e nemmeno l’ottimismo dei Millennial, ma hanno saputo mettere a frutto le proprie esperienze passate per guardare con uno sguardo tutto particolare il futuro previsto dai film di quando erano bambini.

gazzettino