Pensionata di Stanghella: «Vivo assediata dai profughi a casa mia»

Il sindaco Sandro Moscardi conferma di aver appreso dei nuovi arrivi a giochi fatti e conferma pure l’interessamento nei confronti della concittadina: «Stiamo cercando una soluzione, magari anche trovando un nuovo alloggio in paese. Ovviamente non è facile e non basta qualche giorno. Mi sento tuttavia di dire alla signora di portare pazienza: siamo di fronte a uomini che, fino a qualche settimana fa, si trovavano nel cuore dell’Africa. Abbiamo richiesto e ottenuto l’impegno della

cooperativa a seguire maggiormente questi ragazzi, a garantire corsi di alfabetizzazione e di integrazione, anche alle nostre abitudini. E avvieremo a breve delle occasioni per occupare questi profughi in lavori di pubblica utilità».

Mattino di Padova