Occupata la villa delle vacanze di Formigoni a Porto Cervo: denunciata una famiglia rom

“Anche i nostri figli hanno diritto a una vacanza” hanno detto gli occupanti rom ai carabinieri. La proprietà era al centro dell’inchiesta sulla Fondazione Maugeri

Avevano progettato una vacanza da favola nell’alloggio un tempo destinato ad ospitare l’ex presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, a Porto Cervo. Ma, trascorsa la prima notte, una famiglia rom composta da padre, madre e due figli di 5 e 7 anni, è stata costretta dai carabinieri di Porto Cervo a lasciare la lussuosa “Villa Le Grazie”, immobile di proprietà di Alberto Perego, situato sulle colline che dominano il Pevero in Costa Smeralda.

La proprietà è stata al centro dell’inchiesta giudiziaria sulla Fondazione Maugeri e messa sotto sequestro dal tribunale di Milano nell’aprile 2014 insieme con conti correnti e proprietà immobiliari a Lecco e Sanremo riconducibili a Formigoni e al suo amico di vecchia data Alberto Perego. In quel procedimento, Formigoni è stato condannato in primo grado a sei anni.