Rieti, donna sbranata e uccisa dal cane che aveva adottato

Donna trovata morta in casa, da chiarire con esattezza le cause della morte: potrebbe essere stata morsa e uccisa dallo stesso cane che aveva adottato alcuni mesi fa, un molossoide di grossa taglia che non aveva mostrato alcun segno di aggressività.

La vittima è Vincenza Mei, una pensionata di 88 anni di Poggio Catino, ritrovata senza vita dalla figlia che non riuscendo a contattarla telefonicamente, si era recata nell’abitazione della madre e lì aveva fatto la tragica scoperta. La signora era morta per dissanguamento a causa delle probabili gravi lacerazioni provocate dall’animale al collo che ha morso con violenza la padrona fino al punto da provocare il distacco, l’una dall’altra, di alcune vertebre.

Le indagini dirette dal sostituto procuratore della Repubblica Raffella Gammarota e condotte dai carabinieri, stanno cercando di fare luce sulla dinamica dell’aggressione che tutto lascia ricondurre all’animale, ma alcuni elementi di dubbio, legati al tipo di lesioni riscontrate sulla Mei che potrebbero non essere solo provocate dai morsi (ma è solo un’ipotesi, che attende ulteriori approfondimenti),