Cosa fare in caso di soffocamento se si è soli

Forse non tutti ne sono al corrente, ma la morte per soffocamento da cibo è tanto stupida quanto frequente al giorno d’oggi. A rischio sono soprattutto i bambini e gli anziani, ma non di rado tra i decessi si possono constatare anche adulti nel pieno della propria forza e delle proprie capacità psico-motorie.

Salvarsi da un soffocamento è possibile, soprattutto se accanto a noi c’è una persona in grado di eseguire manovre, come quella di Heimlich, che possono evitare il rischio di morte. Ma quando si è da soli? Niente paura, esiste un sistema per salvarsi la vita anche in assenza di persone in grado di prestare aiuto: la prima regola da seguire è sempre, in qualunque situazione di pericolo, non farsi prendere dal panico. L’agitazione è nemica della lucidità e una mente offuscata non è efficiente quanto una calma e rilassata.

Nel caso in cui vi rendiate conto di essere vittima di soffocamento, dovete inginocchiarvi e distendervi sulle braccia, che devono rimanere tese. A questo punto prendete coraggio e di colpo staccate le braccia dal pavimento, cadendo di petto e facendo attenzione a non sbattere la faccia.