L’Italia brucia, i volti e la fatica dei vigili del fuoco negli scatti non ufficiali

L’ITALIA BRUCIA: I VOLTI E LA FATICA NEGLI SCATTI DEI VIGILI DEL FUOCO

Marina di Grosseto (Gr) – Decine di famiglie evacuate, 26 auto bruciate e molte abitazioni lambite dal fuoco in località Fiumara – Foto di Davide Ferrari/BF per Il Tirreno

Dall’inferno di Marina di Grosseto alla nube che ha avvolto la provincia di Agrigento, e poi la pineta di Castelfusano, i boschi del parco Nazionale del Vesuvio, le campagne intorno a Cosenza. Dalla Puglia alla Sardegna, dalla Sicilia al Lazio, l’Italia brucia. Sono giorni durissimi per i vigili del fuoco. Un lavoro continuo ed estenuante documentato da alcuni scatti non ufficiali.

C’è chi, in un momento di pausa, si lascia cadere a terra e chi si appoggia esausto al cofano di un auto. hi percorre metri in salita con una persona anziana tra le braccia, chi lotta per evitare che le fiamme raggiungano un deposito di Gpl. I volti anneriti dal fumo, le divise sporche e il casco slacciato tra le mani

GUARDA LE FOTO