I vestiti nuovi? Lavateli prima di indossarli: sono pieni di batteri, virus e funghi

STUDIO AMERICANO HA RILEVATO NEI VESTITI NUOVI BATTERI E RESIDUI FECALI
Qualche anno fa un gruppo di ricercatori della Division of Microbiology and Immunology della New York University ha condotto un’analisi su alcuni capi d’abbigliamento venduti presso tre famose catene commerciali degli Stati Uniti.

I risultati sono stati sorprendenti: i capi di abbigliamento presentavano una carica batterica superiore alla media degli oggetti che si usano nella vita di tutti i giorni. Sui vestiti ancora con la targhetta attaccata sono stati trovati batteri di ogni tipo e addirittura residui fecali. Questi ultimi, in particolare, sono stati rilevati nelle cuciture che coprono le ascelle e le natiche. Si tratta di due parti molto delicate del corpo umano, perché proprio qui si possono nascondere batteri e parassiti. Per questo gli esperti consigliano di lavare e disinfettare tutti i nuovi acquisti, anche se questo significa calmare gli entusiasmi e rimandare la prima uscita con un abito nuovo.

La Stampa