Tony Cairoli, il fenomeno del motocross italiano oscurato in televisione: ma perché?

Tony Cairoli, il fenomeno del motocross italiano oscurato in televisione: ma perché?

Neppure in un fine settimana estivo in cui la F1 e la MotoGp rimangono a motori spenti Antonio Cairoli trova spazio sulle tv italiane, che hanno deciso di non spendere manco un euro sul Motocross, sport che vede il siciliano come star indiscussa a livello planetario e nel nostro Paese vanta un sottobosco di appassionati competente e di grande tradizione.

E dunque, fregandosene del black out dei grandi media (anche se di recente un po’ si è lamentato), Tony, il Signore dei Tasselli, il Valentino Rossi del motocross, continua a stupire e randellare i giovani, lui che era già stato bollato come «vecchio» dopo gli infortuni di fine 2015 e inizio 2016, spesso decisivi per questa disciplina massacrante dove la tecnica di guida si intreccia necessariamente con forza fisica e la capacità estrema di gestione delle energie e della lucidità mentale.