Lo strano caso del concorso per 400 Vice Ispettori del Corpo Forestale: con l’Arma, che fine faranno gli idonei?

– infine, è stato fissato per il giorno 20/11/2014, l’inizio del corso di formazione e addestramento della durata di quindici mesi, che si è concluso con il formale giuramento dell’8 marzo 2016 presso la Scuola di Cittaducale (Rieti);
– la graduatoria sarà valida, e quindi utilizzabile, sino al 31/12/2017, ai sensi dell’art. 35, comma 5-ter, del decreto legislativo n. 165/2001, in combinato disposto con l’art. 1, comma 368, della legge n. 232/2016. Alla fine dello scorso anno, sono state approvate due importanti normative:
– il decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 177 (di attuazione dell’articolo 8, comma 1, lettera a, della legge n. 124 del 7 agosto 2015), che ha disposto, a decorrere dal 1° gennaio 2017, l’accorpamento del Corpo forestale dello Stato con l’Arma dei carabinieri;
– la legge di Bilancio per l’anno 2017 (legge n. 232/2016), che ha istituito un fondo per finanziarie nuove assunzioni a tempo indeterminato presso le amministrazioni dello Stato (ivi inclusi i Corpi di polizia). Purtroppo, il Comando Generale dei Carabinieri ha fatto presente che l’Arma non utilizzerà la nostra graduatoria per effettuare future assunzioni di personale nel ruoli Ispettori e Periti.