Si fa un piercing in un negozio abusivo di tatuaggi: 14enne ricoverata per una grave infezione

Un piercing all’orecchio le provoca una grave infezione. E’ la disavventura accaduta a una ragazzina di 14 anni, che da ieri è ricoverata al Policlinico Umberto I di Roma. I medici le hanno diagnosticato una necrosi parziale e le cure del pronto soccorso hanno scongiurato l’intervento chirurgico, ma i sanitari hanno comunque deciso di ricoverare la ragazza per dieci giorni durante i quali sarà sottoposta a terapia antibiotica.

I genitori hanno denunciato il negozio di tattoo a cui si era rivolta la ragazza e la polizia locale di Ciampino ha scoperto che l’attività commerciale in questione era priva di autorizzazione. Anzi, i documenti non erano mai stati richiesti. Il titolare del negozio, lo stesso che impiantava i piercing ai clienti, non è riuscito ad esibire nessun certificato di abilitazione professionale.

L’uomo è stato denunciato e sanzionato con una multa da 5.164 euro. Il materiale e gli strumenti utilizzati sono stati sequestrati e il dirigente del Suap, Sportello Unico per le Attività Produttive, del Comune di Ciampino ha disposto l’immediata chiusura dell’attività.

fanpage