Poliziotti pestati a sangue da 3 magrebini: milza asportata ad un agente. Il suo aggressore patteggia

La ricostruzione dell’accaduto
Non è ancora ben chiaro come si sia ferito l’assistente, che nelle prossime ore sarà ascoltato da colleghi, ma sembra che il magrebino gli abbia fratturato un paio di costole, una delle quali potrebbe avergli perforato la milza, durante il successivo inseguimento. Sembra escluso, al momento, che l’uomo sia stato accoltellato o colpito con qualche altro oggetto contundente. Portato in ospedale il poliziotto è stato subito sottoposto a un intervento chirurgico. Il primo tunisino, quello che era stato bloccato, oggi ha patteggiato una pena a 10 mesi di reclusione, con scarcerazione e obbligo di firma. Successivamente, gli agenti ne hanno fermato un secondo aggressore, che adesso si trova in caserma, il quale potrebbe essere l’aggressore dei due poliziotti e, in particolare, di quello ferito alla milza. Nei confronti di quest’ultimo potrebbe essere emesso un provvedimento di fermo.

DI FABRIZIO TENERELLI PER LA RIVIERA