A Trapani l’ultimo saluto al carabiniere Gaspare Miceli

Si sono svolti ieri giovedì 31 agosto a Trapani i funerali dell’appuntato dei carabinieri Gaspare Miceli, 32 anni, in servizio alla Stazione di Roccaverano, stroncato da un malore mentre nuotava nelle acque di Noli (Savona). Dietro al feretro l’anziana madre, la sorella e la giovane moglie, Myriam, con cui Miceli si era sposato da circa un anno .

A portare il cordoglio di tutta l’Arma astigiana una delegazione in servizio guidata dal maggiore Lorenzo Repetto, comandante della Compagnia di Canelli.

«Non abbiamo parole per esprimere il nostro cordoglio e il nostro dolore» ha detto l’ufficiale che ha espresso alla famiglia anche le condoglianze del comandante provinciale di Asti, colonnello Bernardino Vagnoni. Miceli, grande sportivo si era sentito male durante una nuotata vicino a Capo Noli. L’allarme era stato dato da un commilitone che non lo aveva visto rientrare.