Rinnovo contratti statali. Novità pensioni, dubbio 85 euro per docenti e forze dell’ordine

Entro il 20 ottobre la legge di bilancio approda in parlamento le intenzioni sullo sblocco degli stipendi degli statali saranno ancora più chiare

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell’ordine, polizia. militari (ultime notizie e novità ogg lunedì 18 Settembre): Prosegue a rilento la trattativa per il rinnovo dei contratti statali e la riforma della pubblica amministrazione, anche se stanno proseguendo come abbiamo VISTO SOTTO gli incontri specifici all’Aran per il rinnovo dei contratti e le regole riguardanti la scuola e la sanità prima di tutto con delle novità per l’aumento degli 85 euro, il bonus 80 euro e le regole in generale che possono valere per tutti, o, comunque, sono indizi eloquenti.

Nel week-end, tra sabato e domenica, ma anche venerdì scorsi, 15-16-17 Settembre, c’è stato un forte fermento dopo le affermazioni di Rughetti Vice Ministro del Ministero della Pubblica Amministrazione per quanto riguarda i prossimi 500mila statali, tra docenti, vigili, vigilili del fuoco, polizia, carabinieri, militari, forze dell’ordine, medici, Ata, personale scolastico e sanitario che usciranno con le regole attuali della Legge Fornero nei prossimi quattro anni che tra trasferimenti e privatizzazioni potrebbero arrivare anche a 600mila.

Le novità che era emersa era la possibilità di concedere una pensione anticipata a queste persone nalla manovra di stabilità e ha un maxi concorso per assumere i giovani.

Tutto subito smentito, anche dalla stessa Ministra Madia, che ha parlato di un concorso possibile, o anche due, divisi in due anni, con obbietivo quello di ringiovanire la pubblica amministrazione, ma senza assolutamente nessuna forma di pensione anticipata. Tutti usciranno nei tempi previsti dalle attuali leggi.

Sempre per quanto riguarda gli 85 euro di aumentod egli stipendi, se il bonus 80 di reni, verrà cetamente mantenute come confermato dalla stessa Madia, si lavora ancora per cercare di capire se ci potrà essere quei 1,5-18 miliardi in aggiunta che porterebbe la cifra totale veso i 5 miliardi come abbiamospiegato sotto.