Apre il nuovo Mc Donald’s e assume venti persone

Nessun problema, poi, anche per quello che riguarda il parcheggio. All’esterno saranno infatti ricavati 300 posti auto che serviranno anche Euronics e Conad (che sorgeranno a fianco del Mc Donald’s) ma che a pranzo e a cena, ovvero nei momenti di maggior afflusso del ristorante, saranno quasi esclusivamente a disposizione della clientela del fast food.

Ma per chi viaggia di fretta funzionerà anche il Mc Drive, con la possibilità di ordinare il proprio menu (e ritirarlo) senza scendere della propria auto.

Ordinare con un clic. Tecnologicamente avanzatissima anche la gestione delle ordinazioni. Come già avviene nel fast food sull’Aurelia a Lido e in molti altri Mc Donald’s, all’interno del nuovo ristorante saranno presenti gli ormai diffusi schermi touch montati nell’area casse. Da qui i clienti, anziché affrontare la coda alla cassa, potranno compilarsi in totale autonomia la propria ordinazione selezionando quello che si preferisce fra le tante opportunità di scelta offerte dal menu: dall’Happy Meal per i più piccoli al tradizionale hamburger nelle molteplici varianti proposte, dalla bevanda fino al tipo di patatine fritte preferite. Una volta completata l’operazione (il prezzo da pagare sarà aggiornato automaticamente ogni volta che sarà aggiunto un nuovo prodotto), si potrà dare l’ultimo ok. Scegliendo se pagare con la carta di credito o il bancomat direttamente al schermo oppure in contanti in una apposita cassa per le ordinazioni self.

E a quel punto l’ordinazione (abbinata ad un numero progressivo) passerà immediatamente al bancone, affrettando così i tempi di preparazione dei piatti. Ma la vera novità riguarda la possibilità di personalizzarsi il panino scelto. Grazie ai kiosk easy order (questo il nome degli schermi per le ordinazioni fai-da-te) collegati direttamente con le cucine, sarà possibile per i clienti crearsi in totale autonomia il proprio hamburger scegliendo uno dopo l’altro gli ingredienti con cui dar vita al panino da mangiare. Non più una scelta ampia ma comunque limitata di prodotti (dal Big Mac al Cheesburger, dal Mc Chicken al Big Tasty), quanto la possibilità di comporre il proprio panino ingrediente dopo ingrediente. Una piccola rivoluzione per gli habitué del Mc.

Il Tirreno