Detenuto malato di Aids ferisce agente e gli sputa sangue infetto

 

Al momento si attendono i risultati dei test. L’ispettore, che ha rimediato “solo” un pugno, ha già saputo il risultato (negativo) delle analisi. Ma per il collega c’è ancora da attendere esami più approfonditi.

Questa è una conseguenza dell’aver disposto la detenzione di soggetti con disturbi mentali insieme agli altri – dice al Messaggero il vice segretario Uilpa Polizia Penitenziaria Abruzzo, Mauro Nardella – A tutto ciò si unisce il sovraffollamento delle carceri abruzzesi e la riduzione negli organici di polizia penitenziaria”.

Il Giornale