“Io e mio figlio invalido sfrattati, tra 4 mesi finiremo per strada”

I problemi sono iniziati nel 2007 quando Fiorenzo, separatosi dalla moglie ha deciso di vendere la casa diventata troppo grande e troppo onerosa dal momento che non poteva più permettersi di pagare il mutuo. Aveva anche trovato il giusto acquirente ma qualcosa è andato storto. Si sono presto accorti che quella casa nascondeva dei segreti, infatti sia il balcone che il garage sono abusivi. Irregolarità che nessuno era disposto a pagare e che Fiorenzo non poteva permettersi di sanare. Anno dopo anno la situazione economica andava peggiorando tanto da non avere più il gas e quindi, nei mesi invernali, trovarsi con tre gradi in casa lavandosi, oltretutto, con l’acqua gelida.

Oltre al danno la beffa. Infatti la casa è stata messa all’asta e venduta, anzi, svenduta. E le irregolarità? Automaticamente risanate.

Ora Emmanuele e Fiorenzo chiedono solo un aiuto dal quel sindaco che ha affermato di non essere l’Inps e che: “Con la burocrazia che c’è oggi è sbagliato parlare con certezza”. “Mi portano via anni di ricordi e di lavoro, la mia casa. Non abbiamo più nulla, viviamo alla giornata. È un’ingiustizia” ripete Fiorenzo disperato.

Il Giornale