Siracusa, arrestato marocchino: 8 anni di violenze e minacce alla moglie

Minacce di morte, violenze fisiche e psicologiche e costretta a tre interruzioni di gravidanza dal marito. È la storia di una 28enne che, dopo 8 anni di maltrattamenti, ha avuto la forza di denunciare il proprio compagno, un marocchino di 35 anni. L’uomo è stato arrestato dai carabinieri di Cassibile, dopo l’ennesimo episodio di violenza avvenuto alla presenza del figlio minorenne.

La donna era tenuta come una schiava: non poteva uscire di casa se non per fare la spesa, era continuamente minacciata e aggredita fisicamente. “Le vittime di violenza devono trovare il coraggio di ribellarsi” ha dichiarato il comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Luigi Grasso. “Per contrastare questo gravissimo fenomeno è necessario un corale impegno ed un’opera di sensibilizzazione quotidiana”.

LiberoQuotidiano