Lotta alle sigarette: in Campania multe salate anche a chi fuma all’aria aperta

L’Osservatorio supporta le strutture amministrative regionali competenti in materia di sanità, lavoro e politiche sociali; la struttura amministrativa regionale competente in maniera di sanità per sviluppare programmi di formazione per tutti gli operatori sanitari a definire protocolli per la prevenzione.

L’Osservatore può avvalersi di contributi e consulenze esterne gli aspetti della disciplina del lavoro, economia, giuslavorismo, salute mentale, con documentata esperienza nelle materie oggetto della legge. La partecipazione all’Osservatorio è a titolo gratuito.

«La Campania è pronta a un salto di civiltà» ha detto Antonio Marciano, consigliere regionale del Partito democratico, relatore di maggioranza della legge sul mobbing. Con la legge, come ha spiegato, «la Campania diventerà una delle poche Regioni d’Italia a dotarsi di una strumentazione legislativa per contrastare i fenomeni del disagio lavorativo, della cattiva condizione di lavoro dei nostri lavoratori». «I punti qualificanti – ha affermato Marciano – sono un rafforzamento del centro di riferimento regionale presso la Asl Napoli 1, almeno 2 ulteriori centri clinici di riferimento regionale per allargare la rete del supporto, dell’orientamento e della decodifica del disagio lavorativo, il supporto di sportelli informativi e la costruzione di un Osservatorio regionale che terrà insieme gli Assessorati competenti, le associazioni sindacali e datoriali e le strutture sanitarie locali». «Proviamo a far fare alla Campania – ha concluso – un salto di qualità su un terreno particolarmente sensibile».

FONTE: OTTOPAGINE