Prostituta a Palmanova con un aiutante 82enne di Bagnaria, immobiliarista in Cina

Si tratta di P.L., 82enne di Bagnaria Arsa, e del 52enne F.R., convivente della “maîtresse”. Altri cinque cinesi sono stati denunciati a piede libero: nei loro confronti le accuse sono diverse, tra le quali quella di partecipare ai proventi dell’attività illecita. Sono Y.U – 40enne dipendente occasionale del centro e residente a Monfalcone -, J.J. – 57enne monfalconese pregiudicato per reati contro il patrimonio -, Z.Y. – 47enne domiciliato a San Giovanni al Natisone -, C.J. – 30enne residente a Venezia e di fatto irreperibile – e X.S. – 43enne residente a Palmanova -.

L’operazione

Le indagini andavano avanti da aprile – coordinate dal pm Giorgio Milillo -, e si sono concluse stamattina alle 7.30, con il sequestro preventivo del locale e con una serie di perquisizioni nei confronti degli indagati. Sono stati così trovati 11mila euro in contanti, due carte di credito della Bank of China, tre contratti di compravendita di tre case (dal valore unitario, come anticipato, tra i 250mila e 280mila euro), sette telefoni cellulari, un laptop portatile e la documentazione contabile dell’ultimo biennio del centro. La fase conclusiva dell’attività ha visto protagonisti i carabinieri del Norm e della stazione di Palmanova e quelli delle stazioni di Pavia di Udine, Villa Vicentina, Torviscosa e San Giovanni al Natisone.

Da sinistra verso destra il maresciallo Vittorio La Notte – vice comandante della stazione di Palmanova -, il capitano Stefano Bortone – comandante della Compagnia di Palmanova – e il luogotenente Antonio Tomaiuolo, comandante della stazione di Palmanova

UdineToday