“Ciao sono Marco Neri della Polizia Postale”: se leggete questo, dovete stare attenti

Insomma uno scherzo? «Sì, probabile. Ma di cattivo di gusto, perché un alert del genere può ingenerare paura nelle collettività. Di fronte a certi messaggi basterebbe riflettere, partendo dal fatto che il messaggio non è su un sito istituzionale delle forze di Polizia, senza aver fretta di ricondividere un messaggio, la cui finalità come nel caso specifico è quella di creare panico tra gli utenti».

Cervellini chiede poi più collaborazione da parte dei cittadini che si imbattono in post simili: «Segnalare in modo tempestivo è importante per una verifica veloce e smontare la bufala con un annuncio sui nostri siti: Una vita da social e Commissariato di PS Online – Italia». E avverte: «ricordiamoci di non ‘accettare le caramelle dagli sconosciutì e seguiteci sulle nostre pagine social. La polizia postale funziona come le previsioni del tempo: grazie alle segnalazioni dei nostri utenti riusciamo ad avvisare i naviganti sulle truffe del momento o i nuovi modus operandi dei truffatori seriali».

leggo