Carabinieri accusati di stupro, il gip: «Sesso senza il consenso delle 2 ragazze»

Firenze – Sarebbe «estremamente verosimile l’ipotesi che i rapporti sessuali siano stati consumati contro la volontà o comunque senza il consapevole, valido e percepibile consenso delle due ragazze»: così ha scritto il giudice per le indagini preliminari Mario Profeta, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, nell’ordinanza con cui ha comunque rigettato la misura cautelare dell’interdizione richiesta dalla Procura nei confronti dei due carabinieri di Firenze accusati di violenza sessuale nei confronti di due studentesse americane.

Il giudice ha fatto riferimento al tasso alcolemico «elevatissimo» riscontrato al primo controllo cui si sono sottoposte le ragazze la mattina dello scorso 7 settembre, circa 4 ore dopo i fatti, avvenuti (secondo la ricostruzione) tra le 3.14 e le 3.32 del mattino nell’ascensore e nel pianerottolo del palazzo del centro cittadino dove, su un’auto di pattuglia, vennero accompagnate le due ragazze incontrate alla discoteca Flo.