Come nel 2011, così l’Italia andrà a fondo. Euro complotto, ecco la “letterina” della Merkel

Come nel 2011, così l’Italia andrà a fondo. Euro complotto, ecco la “letterina” della Merkel

All’apparenza le cose vanno nel migliore dei modi. La Borsa italiana ha appena archiviato il miglior mese dell’anno (rialzo del 4%) alla fine del miglior trimestre (+9%) che consolida il rialzo record del 2017 (+18%). Il Wall Street Journal suggerisce ai suoi lettori una puntata sui Btp: rendimenti da non disprezzare, oltre il 2% in una valuta forte quale (anche troppo) si sta rivelando l’ euro, a fronte di un’ inflazione di poco sopra l’ 1%.

Per giunta, banche e gestori sono “scarichi di carta italiana”, come usa dire nel gergo degli operatori: solo il 32% dei titoli di Stato sono in mano gli stranieri, 12 punti in meno degli Oat francesi assai apprezzati dopo l’ affermazione di Emmanuel Macron.

Un quadro in tinta rosa, insomma. Ma guai a farsi illusioni: i siluri sull’Italia, vaso di coccio dell’Eurozona, torneranno presto a volare.