Soffocata durante la violenza sessuale La verità su Anastasia nei video choc

Proprio approfittando del fatto che erano qui a Venezia, Perale l’aveva invitata a cena e lei ci era andata con Buonomo. La trappola era però già organizzata: il professore aveva infatti versato una forte dose di sonnifero (Stilnox) negli apertivi e una volta storditi i due giovani aveva iniziato il suo piano diabolico: prima aveva stuprato Anastasia e l’aveva soffocata, poi ha cercato di uccidere nello stesso modo Biagio, ma di fronte a un timido tentativo di reazione da parte sua l’aveva massacrato con 5-6 colpi di spranga sulla testa. Poi aveva cercato di portare giù il cadavere di lui e di caricarlo in macchina, ma a metà dell’opera aveva capito che sarebbe stato impossibile farla franca e aveva chiamato la polizia.

La perizia psichiatrica
A questo punto la vera partita processuale si giocherà su un’altra perizia, quella psichiatrica. Il 25 settembre è previsto il primo incontro con il collegio di medici di tutte le parti: Gianfranco Rivellini e Antonella Spacca sono i periti nominati dal giudice, mentre il pm Gava ha nominato Ivan Galliani, i difensori Matteo Lazzaro e Nicoletta Bortoluzzi si sono rivolti a Marco Stefanutti e Laura Perini, l’avvocato Michele Maturi, per la famiglia Buonomo, a Mario Tantalo. Ovviamente la difesa punta a dimostrare che Perale era incapace di intendere e volere.

corriere.it