Nonno pedofilo, niente sconti per l’uomo che abusò di cinque bambine

Poi a Pasqua del 2016 la mamma di una di loro, insospettita da alcune frasi dette dalla figlia, era riuscita ad abbattere il muro del silenzio. Così si era immediatamente rivolta alla polizia per denunciare tutti gli episodi.

L’indagine della squadra Mobile, coordinata dall’allora sostituto procuratore di Brescia Isabella Samkek Lodovici, aveva portato pochi giorni dopo all’arresto del pensionato prelevato dalla casa di un fratello dove aveva trovato ospitalità dopo che la convivente, e nonna di una delle sue vittime, lo aveva allontanato di casa. L’uomo, che ieri era in aula ma non ha voluto dire nulla, era finito in carcere a Brescia e poi trasferito a Pavia prima di essere messo ai domiciliari. “Ho perso la lucidità – ha ammesso il pensionato che nel corso del processo di primo grado aveva chiesto perdono alle bimbe e alle loro famiglie – Sono stati gli atteggiamenti delle bambine a provocarmi”.

Il Giorno