Terrorismo: minaccia la Polizia, espulso dall’Italia marocchino radicalizzato

Terrorismo: minaccia la Polizia, espulso dall’Italia marocchino radicalizzato

Sono 82 le espulsioni eseguite con accompagnamento nel proprio paese, nel corso del 2017

Un cittadino marocchino 52enne è stato espulso dal territorio nazionale per motivi di sicurezza nazionale. Lo rende noto il Viminale ricordando che quella di oggi sono 82 le espulsioni eseguite con accompagnamento nel proprio paese, nel corso del 2017 e 214 quelle eseguite dal 1° gennaio 2015 ad oggi, riguardanti soggetti gravitanti in ambienti dell’estremismo religioso.

Il cittadino marocchino, senza fissa dimora, era di fatto gravitante a Città di Castello (PG) ed era stato monitorato per i suoi pregressi rapporti di amicizia con un cittadino albanese già espulso per motivi di sicurezza dello Stato nell’agosto del 2015, suo mentore e indottrinatore.

Dall’attività investigativa svolta è emerso come il marocchino, frequentatore del centro islamico di Città di Castello, abbia manifestato vicinanza all’ideologia radicale, apostrofando i correligionari come kuffar (infedeli, ndr) e troppo moderati.