In fuga dall’Italia: nel 2016 oltre 120mila connazionali sono andati via

In fuga dall’Italia: nel 2016 oltre 120mila connazionali sono andati via

Scene d’altri tempi, quelle in cui i nostri nonni emigravano all’estero: scene di disperazione, dettate dalla fame, ma anche dalla necessità di programmare il proprio futuro, prima, durante e dopo le due guerre mondiali. Quelle scene, stando a quanto riportato dal Rapporto Italiani nel Mondo 2017 di Migrantes, sembrano essere tornate ad affacciarsi nel nostro quotidiano.

Infatti, nel 2016 ben 124.076 persone sono espatriate, in aumento del 15,4% rispetto al 2015. Un’emigrazione che coinvolge soprattutto le giovani generazioni: oltre il 39% di chi ha lasciato l’Italia nell’ultimo anno ha tra i 18 e i 34 anni. Il dato è ancora più allarmante se si pensa che la crescita è di quasi il 25%.

Scene d’altri tempi, quelle in cui i nostri nonni emigravano all’estero: scene di disperazione, dettate dalla fame, ma anche dalla necessità di programmare il proprio futuro, prima, durante e dopo le due guerre mondiali.