L’operatrice si assenta, ragazzino disabile rimane senza cibo e acqua

L’operatrice si assenta, ragazzino disabile rimane senza cibo e acqua

È la denuncia fatta da una mamma di Albignasego, nel padovano, che dopo la telefonata della scuola ha mandato il papà a recuperare il figlio che altrimenti sarebbe rimasto a digiuno

L’operatrice si assenta, ragazzino disabile rimane senza cibo e acqua

Arriva da Albignasego, paese in provincia di Padova, la denuncia dei genitori di un ragazzo disabile, lasciato senza pranzo a scuola: secondo racconta PadovaOggi, l’operatrice socio sanitaria si sarebbe assentata, lasciando il ragazzo disabile, che non potendo nutrirsi da solo, è rimasto a stomaco vuoto.

La denuncia

Secondo quanto denunciato dalla mamma, l’operatrice sanitaria che si occupa del figlio, inviata dall’Usl, si era dovuta assentare per motivi personali ma la sostituta aveva lasciato l’istituto poco dopo le 13 lasciando il pranzo del ragazzo sul tavolo. Il ragazzino però va imboccato e non poteva certo mangiare da solo il pranzo consegnatogli. A quel punto la coordinatrice degli insegnati di sostegno ha chiamato la madre comunicandogli il fatto. Il papà si è quindi precipitato a scuola a recuperare il figlio. La madre non intende colpevolizzare nessuno ma ritiene che nel caso specifico bastava un po’ di “buon cuore” (il ragazzino poteva essere anche imboccato dalle altre insegnanti, spiega) e con l’occasione fa un monito al sistema.