L’operatrice si assenta, ragazzino disabile rimane senza cibo e acqua

Facebook

La vicenda era stata diffusa in rete dalla mamma che si era sfogata con un post sulla pagina Facebook “Sei di Albignasego se…2”. Il post era stato rimosso dagli amministratori della pagina social perché, a loro detta, i commenti stavano prendendo una brutta piega. Venerdì, dopo la pubblicazione sui giornali della vicenda, il caso è rimbalzato nuovamente sulla page dove è si è infiammato nuovamente il dibattito.

“Perché per dare da mangiare un ragazzino, ci vuole una laurea, anche se disabile? La mia è una domanda”, “Io penso che purtroppo ci voglia la laurea in certe patologie bisogna conoscere e saper agire in caso di bisogno, e a seconda dei bisogni non è stata penso la non voglia di imboccare un ragazzino ma la paura di non essere all’altezza in caso di bisogno”, “Se è un ragazzino con l’assistente vuol dire che un problema c’è e nessuno si prende la responsabilità ammettiamo che gli vadano.di traverso le stelline che doveva mangiare quanti dei presenti a fatto un corso di primo soccorso ed.in grado di intervenire? Quante chiacchiere x niente”.

today