Malore per nonna Peppina. Non può tornare in paese: container troppo freddo

Malore per nonna Peppina. Non può tornare in paese: container troppo freddo

Paura per Giuseppa Fattori, nota oramai all’Italia intera come nonna Peppina, l’anziana di 94 anni, divenuta simbolo del sisma che ha messo in ginocchio l’Italia centrale

Tempo di clima gelido, e così gelido è diventato anche il container della signora Fattori, nonna Peppina, dove è stata costretta a vivere dopo lo sfratto che la resa nota a tutta l’Italia

Ieri infatti nonna Peppina ha accusato problemi respiratori ed è stata immediatamente portata all’ospedale di Civitanova Marche.

Fortunatamente è fuori pericolo, ma per alcuni giorni dovrà essere seguita dai parenti.

Ha pur sempre 94 anni, non può certo tornare nel container gelido

 

 

Nonna Peppina ha perso la propria casa nella frazione di San Martino di Fiastra dopo il terremoto dell’estate del 2016, casa in cui viveva da circa 70 anni.

I parenti, per scongiurare che finisse i propri giorni in una scatola di latta indegna della definizione di “casa”,

le avevano regalato una casetta di legno costruita nel terreno (edificabile) dell’abitazione andata distrutta, ma senza le necessarie licenze

La famiglia di Nonna Peppina, infatti – scrive il giornale – aveva richiesto l’autorizzazione per montare la casetta in legno ma il via libera tardava ad arrivare.

Così aveva deciso di accelerare i tempi, provocando però l’apertura di un fascicolo da parte del tribunale e infine allo sfratto”

A fine novembre Giuseppina era infine stata costretta ad andare via, arrendendosi a leggi e decisioni ingiuste.

 

 

Grazie a chi mi ha voluto bene e anche a chi mi ha fatto del male”, aveva detto ai cronisti accorsi a immortalare l’assurdo “sfratto”.

“Di casette così ce ne sono tante. Io non sono una santa ma sono sempre stata una persona onesta“.

La sua onestà, però, rischiava esserle fatale – scrive ancora il Giornale “il container a dicembre è troppo freddo. E lei, senza la sua casetta, deve andare a vivere dalle figlie. Lontana dalla terra dove è nata e cresciuta.”