Esplosione a New York, l’attentatore è un ex tassista: “Ho agito per vendetta per i raid di Israele contro Gaza”

Esplosione a New York, l’attentatore è un ex tassista: “Ho agito per vendetta per i raid di Israele contro Gaza”

Si chiama Akayed Ullah, ha 27 anni e vive a Brooklyn. Originario del Bangladesh, da sette anni risiede negli Usa, dove ha fatto l’autista di taxi a noleggio prima di trovare lavoro presso un’azienda elettrica.

Avrebbe agito per vendetta l’attentatore, Akayed Ullah, e la cosa sarebbe stata confermata dallo stesso Ullah

 

 

il quale parlando con gli investigatori che lo hanno seguito in ospedale, avrebbe motivato la propria azione terroristica spiegando la propria avversione verso Israele.

In sintesi, da quanto si apprende Akayed Ullah avrebbe legato il suo folle piano all’ annuncio del presidente americano Donald Trump su Gerusalemme capitale.

Le sue condizioni non sono gravi, ha solo ferite lievi e bruciature al torace e sulle mani.

 

 

Scondo le informazioni, l’ordigno sarebbe stato costruito dallo stesso 27enne, ma qialche cosa deve essere andato storto, visto che il dispositivo è esploso prima del tempo e per fortuna solo parzialmente.