Un bimbo di soli sei anni si perde tra migliaia di persone, ma il piccolo ha degli angeli: i celerini di Milano

Un bimbo di soli sei anni si perde tra migliaia di persone, ma il piccolo ha degli angeli: i celerini di Milano

Una giornata passata allo stadio con tutta la famiglia sicuramente è un evento piacevole.
Milano (di SOSTENITORI.INFO) – Un giorno come tanti, in famiglia, allo stadio per vedere la squadra del cuore. Siamo a Milano.

Al termine della partita Inter-Udinese, al di là di ogni risultato, il divertimento stava per diventare un dramma.

Nella calca dell’uscita post partita, la prima clamorosamente persa dall’Inter, il piccolo Francesco di sei anni lascia la mano del papà ed in pochi attimi, neanche il tempo di rincorrerlo, scompare alla vista del genitore.

In mezzo a migliaia di persone.

E’ il panico. Il cuore che batte all’impazzata, la ragione che -comprensibilmente- potrebbe iniziare ad annebbiarsi per lo spavento, fino a quando il papà non individua nella folla alcune divise

 

 

E’ allora che si rivolge immediatamente con grande preoccupazione ai poliziotti comandati in Ordine Pubblico alla partita, i quali sentito il genitore, attivano immediatamente una nota di ricerca tramite la sala operativa.

Fortunatamente l’angoscia per la scomparsa del piccolo Francesco dura poco

Infatti dopo neanche 5 minuti una squadra del Reparto Mobile di Milano, la cosiddetta “celere”, individua un bimbo che si aggirava da solo e vestito come dalla descrizione fornita in precedenza.

Per fortuna il grande spavento è durato poco e la famiglia si è potuta riunire per la gioia di tutti.

 

fonte: sostenitori.info